REALIZZARE UN SERVIZIO RIPRESE CON IL DRONE, AD OGGI , E’ ALLA PORTATA DI TUTTI ?

Posted on Posted in BLOG

Riprese aeree con il drone

fotografo professionista

Dal 2014 ENAC, l’ente preposto alla regolamentazione dello spazio aereo in Italia, ha bloccato tutte le attività  di volo libero, emanando un regolamento di base a cui tutti i piloti di droni da quel momento devono attenersi. In realtà non proprio tutti, ma solo coloro che utilizzano questi mezzi a fini lavorativi , oltre ad un parco attrezzature di primo livello, un team di professionisti che praticano a da anni questo mestiere.ci vogliono le attrezzature adatte, l’esperienza, e la capacità  e la creatività  di chi le utilizza.In brevi parole: chi lavora, deve essere in regola.

Essere autorizzato da ENAC come operatore drone ENAC per poter effettuare qualsiasi tipo di operazione deve possedere un mezzo collaudato, che ha superato vari test di affidabilità, che risponde a certi parametri, e soprattutto che sia in grado di reagire in sicurezza a possibili anomalie. Allo stesso modo, chi pilota deve saper gestire il mezzo in condizioni anche difficili, e deve poter affrontare una possibile anomalia senza mettere in pericolo persone e cose nelle vicinanze. Oltre a questo, l’operatore drone ENAC deve essere in possesso di una copertura assicurativa (simile alla RC auto), che copra qualsiasi danno a persone o cose provocato accidentalmente dal drone

Un regolamento in vigore dal 15 di settembre 2015 che introduce importanti novità , il permesso di sorvolare aree urbane non ¨ comunque assicurato, perchè nel caso di assembramenti di persone, cortei, manifestazioni sportive o aree dove si verifichino concentrazioni inusuali di persone  comunque vietato far volare un drone.

Per non portarla alla lunga ATTENZIONE al servizio che vi propongono ci sono regolamenti e leggi severissime accertatevi che  il pilota abbia tutti i requisiti ,collaudo del drone, assicurazione etc…

 

Ecco alcune sanzioni e misure penali illustrate :
  • Impiego del SAPR senza dichiarazione di rispondenza presentata all’ ENAC per le operazioni non critiche o senza adeguata autorizzazione nel caso di effettuazione di operazioni critiche / miste. Si applica l’art. 1216 del codice della navigazione all’operatore e al pilota ( in tal caso ridotta ad un 1/3 ): ARRESTO FINO AD UN ANNO ovvero AMMENDA FINO 1032€ sempre in ambito penale.
  • Pilota di SAPR che conduce operazioni sprovvisto della opportuna qualificazione o con qualificazione scaduta. Si applica l’ art. 1117 del codice della navigazione RECLUSIONE DA 1 A 5 ANNI
  • Pilota di SAPR con certificato medico di idoneit scaduto. Si applica l’ art. 1331 del codice navigazione ARRESTO FINO A 3 MESI ovvero AMMENDA FINO A 206 euro
  • SAPR privo di copertura assicurativa / scaduta. Art. 1234 sanzione amministrativa da 56.664 euro a 113.338 euro
  • Utilizzo del SAPR senza avere al seguito la polizza assicurativa. Sanzione amministrativa da 16.999 euro a 33.999 euro

4 thoughts on “REALIZZARE UN SERVIZIO RIPRESE CON IL DRONE, AD OGGI , E’ ALLA PORTATA DI TUTTI ?

  1. oggi l’utilizzo del drone, sembra essere alla portata di tutti, ma molti non sanno o fanno finta di non sapere, che il suo utilizzo, specialmente, nella veste professionale, deve rispettare molte regole, giusto o ingiuste che siano, sono le regole e vanno rispettate. Far girare un drone davanti ad una Chiesa, è pressoché impossibile, ma lo fanno, ma i controlli sono partiti, e le pene sono molto severe, per cui si consiglia alle coppie di sposi, di stare ben attenti nel richiedere tale servizio, quantomeno controllare l’azienda che sia almeno in possesso dei requisiti di legge, tutto questo per non vedere rovinata la più bella giornata della vostra vita.

  2. La cosa grave non è tanto la sanzione, anche se sono cifre molto alte , se un mal funzionamento del drone o del pilota dovrebbe cadere si rischia di fare male seriamente qualcuno, infatti poco tempo fa ho letto un articolo dove a Pisa e successo un episodio del genere

  3. Mariagrazia sì sono rovinati il giorno più importante della loro vita, una cosa e certa che non sarà risarcito dall assicurazione perché è vitato volare sulle persone . Ancora una volta ricordiamo ai futuri sposi anche se provvisti di tutte le regole e permessi di chi utilizza un drone e vitatissimo volare sulle persone oltre al danno ci sono anche penali molto pesanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *